Il nuovo provvedimento del Garante sulla posta elettronica dei dipendenti assume un’utilità orientativa nel dipanare questioni che riguardano il nebuloso rapporto tra protezione dei dati e diritto del lavoro. Tra l’altro dovrà essere il provider prima di tutto a interessarsi di progettare soluzioni che consentano ai datori di lavoro il rispetto della privacy

L’articolo Mail al lavoro, le istruzioni finali dal Garante privacy per non sbagliare proviene da Agenda Digitale.