Apple TV+: la nostra prova del servizio streaming

Apple TV+: la nostra prova del servizio streaming

Abbiamo provato il servizio streaming di Apple che, benché sia nuovo e il catalogo sia limitato, ha comunque alcune proposte di qualità superiore

Apple ha lanciato ufficialmente il suo canale di streaming il 1 novembre 2019 e noi lo abbiamo provato di nuovo per capire se, anche in questo caso, la qualità dell’azienda di Cupertino sia stata rispettata o meno.

Apple TV+

Come già avviene per il servizio di musica Apple Music, anche in questo caso l’azienda permette all’utente di iscriversi gratuitamente per una settimana, in modo da provare il servizio e scegliere se aderire o disdire. Nel caso in cui l’utente non sia soddisfatto e voglia disdire il periodo di prova gratuito, può farlo entro il giorno precedente la data di scadenza. Terminato il periodo di prova, il costo è di 4,99€ al mese.

Chi acquista un nuovo dispositivo della stessa azienda, riceverà in regalo un anno di abbonamento gratis  e con il servizio ‘In famiglia’ con il quale fino a sei persone dello stesso nucleo famigliare possono condividere il medesimo abbonamento ad Apple TV+. Per farlo, basta accedere tutti utilizzando l’ID e la password personali.

Inoltre, questo servizio streaming non è strettamente legato all’ecosistema Apple, perché è disponibile anche su altre piattaforme, come le televisioni smart Samsung e anche alcuni modelli LG. Poi, è supportato da altri dispositivi, come Amazon Fire Stick e Rock. E’ poi possibile accedere al servizio anche da un browser web, tipo Chrome, basta andare alla pagina ufficiale. Invece, su iOS la Apple TV+ è parte integrante dell’app TV che è pre-installata sia in iOS13 sia in macOS Catalina.

Sul servizio si trovano i film che possiamo noleggiare e acquistare da iTunes, oltre ai titoli che già abbiamo acquistato. Purtroppo, almeno finora, l’offerta è limitata in Italia perchè i titoli disponibili sono pochi. Però, siamo sicuri che è solamente questione di tempo. Ad oggi, sono presenti solamente i contenuti originali creati da Apple stessa. Ad ogni modo, con le serie TV Apple Originals l’azienda ha fatto davvero un lavoro di ottima qualità perchè il materiale presente è di grande qualità. Si tratta di proposte che si possono vedere esclusivamente su questo servizio. Le prime quattro serie sbarcate su questa piattaforma sono state:

The Morning Show: una storia ambientata nel mondo degli show televisivi americani;
See: un film di fantascienza in cui la razza umana è diventata cieca a causa di una malattia contagiosa;
For All Mankind: racconta una storia legata all’esplorazione dello spazio;
Dickinson: racconta la biografia della scrittrice americana Emily Dickinson:

Inoltre, l’offerta è pensata anche per i bambini, a cui sono dedicate le seguenti serie:

Helpsters;
Snoopy nello spazio;
Ghostwriter;

La qualità audio e video è davvero alta, con tutti i contenuti fruibili in 4K HDR e audio Dolby. Anche il doppiaggio in lingua italiana è stato fatto bene.

Valutazione finale

Il servizio streaming della mela è giovanissimo, ecco perchè le serie sono limitate, però l’azienda ha molti progetti per i prossimi mesi. Per quello che ha finora, il catalogo è fatto bene con proposte varie e interessanti. Infine, sono ottime sia la qualità video che quella audio. Per chi utilizza dispositivi Apple, il servizio richiede iOS 12.3 almeno, tvOS 12.3 almeno e macOS Catalina. A nostro avviso, tra i vari servizi in streaming questo è quello che ha la qualità più alta.

VOTO= 9

♥ Continua a seguirci su Telegram, Google News, YouTube, TikTok, FlipboardTwitter o Instagram. Facci sapere le tue opinioni ed esperienze commentando i nostri articoli◊.

L’articolo Apple TV+: la nostra prova del servizio streaming proviene da WhatsTech.

Leggi di più
Amazon: tutti i prodotti Apple in un’ offerta imperdibile

Amazon: tutti i prodotti Apple in un’ offerta imperdibile

Sapevi che su Amazon c’è uno store dedicato ai prodotti Apple?

Se stai pensando di acquistare un prodotto Apple, sia esso un iPhone, iPad, iMac o altro, non perdere questa occasione. Infatti, Amazon lancia continuamente delle promozioni lampo su tantissimi prodotti della casa di Cupertino. Quindi, perchè lasciarsele scappare?

Ecco cosa troviamo nella sezione su Amazon

Non si può certo dire che Amazon non sappia come stuzzicare i fan Apple in fatto di sconti. Infatti, davvero non manca all’appello nessun prodotto. Si va dagli iPhone ad iPad, passando per Mac e Apple Watch. Per tutti i gusti e per tutte le tasche, basta scegliere il modello che si preferisce. Infatti, lo store dedicato ad Apple è suddiviso per prodotti che sono:

iPhone
iPad
Watch: dedicato agli smartwatch;
AirPods: dedicato agli auricolari di Apple;
Portatili Mac
Desktop Mac
TV: dedicato alla Apple TV
iPod Touch: dedicato alla serie di modelli audio;
Accessori: dedicato ad ogni accessorio per i vari modelli di prodotti Apple;
Beats by Dr. Dre: dedicata ai fantastici auricolari dell’azienda acquisita da Apple;
Carte regalo App Store & iTunes;

Se sei un fan dei prodotti Apple, davvero non c’è tempo da perdere perchè praticamente ogni prodotto della casa di Cupertino è stato inserito nell’elenco dei prodotti inclusi in questa sezione dello store americano. Davvero, si tratta di una mossa imperdibile e anche imbattibile.

Perciò, se stavi pensando di lasciare il tuo smartphone Android per provare iOS, oppure se aspettavi l’occasione giusta per passare dal vecchio iPhone al modello più recente, cosa stai aspettando ancora? Un’occasione come questa è davvero rara e sarebbe un peccato lasciarsela scappare sotto al naso.

Riporto qui di seguito i link per procedere con l’acquisto, però consiglio di fare in fretta perchè è probabile che i pezzi vadano esauriti molto velocemente. Di solito, i prodotti targati Apple spariscono dagli scaffali (anche virtuali) in un tempo lampo.

Scopri le offerte migliori per Apple su Amazon

Facci sapere con un commento all’articolo quale prodotto Apple hai acquistato con questa promozione sullo store di Amazon.

♥ Continua a seguirci su Telegram, Google News, YouTube, TikTok, FlipboardTwitter o Instagram. Facci sapere le tue opinioni ed esperienze commentando i nostri articoli◊.

L’articolo Amazon: tutti i prodotti Apple in un’ offerta imperdibile proviene da WhatsTech.

Leggi di più
Come salvare i certificati SHSH2 per il downgrade di iOS

Come salvare i certificati SHSH2 per il downgrade di iOS

Con questa semplice guida vediamo come poter salvare i certificati indispensabili per poter tornare alla versione iOS precedente.

Ogni volta che esce una nuova versione di iOS, sarebbe utile salvare i certificati SHSH2 nel caso in cui si volesse fare il jailbreak. Ah già, ti stai domandando perchè parlo ancora di jailbreak nel 2022? Sinceramente ha poco senso oggi, hai ragione, tuttavia puoi ancora trovare qualche funzione che riesca a migliorare l’aspetto o qualche aspetto del tuo iPhone. O meglio, nell’attesa che esca un jailbreak per quella versione di iOS, evento abbastanza raro ormai. Questo perché, quando esce un nuovo firmware, Apple blocca le firme, cioè blocca la possibilità per fare il downgrade. Il downgrade è il ritorno al firmware precedente.

Perciò, per poter tornare al firmware precedente, bisogna salvare i certificati SHSHS2 prima che Apple chiuda le firme. Premesso tutto questo, vediamo come fare.

Come poter fare il downgrade alla versione precedente di iOS

Per poter fare questa procedura devi prima sapere un paio di cose.

Requisiti indispensabili:

Avere un computer con iTunes installato;
Una connessione internet;
Un dispositivo Apple con cavetto Lightning;

Premessa:

I certificati SHSH2 possono essere salvati solamente quando un firmware è ancora firmato, come detto sopra.
Il downgrade consiste nel tornare ad una precedente versione del sistema operativo che non sarebbe possibile avere per il blocco delle firme da Apple.
Il downgrade è legato al Jailbreak. E’ comodo avere un firmware “sicuro” a cui tornare. Nel caso un firmware successivo avesse qualche bug di troppo, se è stato salvato il precedente ritornare a quello potrebbe dare maggiore stabilità al tuo iPhone.

Come salvare i certificati SHSH2

Per salvare i certificati SHSH2 delle versioni di iOS ancora firmate, bisogna seguire questa procedura:

Trova il numero ECID del tuo dispositivo. Come? Apri iTunes e collega il dispositivo al computer tramite il cavetto Lightning.
Clicca sull’icona del iPhone/iPad in alto a sinistra in iTunes. Poi ancora fino a trovare “Numero di serie” e ECID.
Poi con il tasto destro del mouse clicca sul numero ECID e copialo.
Scarica l’app CPU Identifier da App Store.
Lancia l’app e individua immediatamente la voce “Device Model” (questa voce è quella che dovrai inserire sul sito alla sezione ‘INTERNAL NAME/MODEL | Board configuration)
Premi sul captcha e poi su submit.
Una volta che hai questi dati, vai a questa pagina.
Quando richiesto, inserisci l’ECID e il Device Model.
Quindi clicca su “I’m not a robot” per verificare l’operazione. Poi premi su “Submit” e attendi che il sito completi la richiesta.
Completata l’operazione, premi sul link proposto. Dalla pagina che si aprirà avrai la possibilità di salvare i file anche su Google Drive o su Dropbox, oppure scaricarne un file zip da conservare in locale.

Ecco che avrai salvato i tuoi certificati SHSH2. Ora, volendo, puoi eseguire il downgrade. E sarai pronto anche per il jailbreak.

♥ Continua a seguirci su Telegram, Google News, YouTube, TikTok, FlipboardTwitter o Instagram. Facci sapere le tue opinioni ed esperienze commentando i nostri articoli◊.

 

L’articolo Come salvare i certificati SHSH2 per il downgrade di iOS proviene da WhatsTech.

Leggi di più
La mappa delle colonnine Supercharger Tesla

La mappa delle colonnine Supercharger Tesla

Se state pensando di acquistare un’autovettura elettrica Tesla, oggi vediamo dove sono localizzate le colonnine di ricarica

Un po’ per gli incentivi previsti dal governo italiano per favorire la diffusione delle automobili elettriche, un po’ perché Tesla è il sinonimo di automobile elettrica, probabilmente state pensando di acquistarne una, nuova o usata che sia. Sta di fatto che l’azienda statunitense è l’unico costruttore in grado di offrire al cliente una rete proprietaria di ricarica ad alta potenza (120 kW al momento, ma che può salire fino a 350 kW) per le proprie auto elettriche. Ad oggi, nel mondo sono attive 1.261 stazioni e 10.021 punti di ricarica di Tesla. Ma dove trovare le colonnine Tesla Supercharger?

Dove trovare le colonnine Supercharger di Tesla

In Italia ad oggi sono presenti 29 Tesla Supercharger, per un totale di più di 200 colonnine di ricarica. A queste 200 si aggiungono circa 500 punti di ricarica Destination Charging (colonnine con potenza massima di 22 kW), localizzati nei parcheggi di hotel e centri commerciali. Il numero delle stazioni di ricarica veloce nel nostro Paese salirà fino a 51, perchè continua il programma di espansione che l’azienda aveva programmato già prima della pandemia da Covid19. Qui di seguito trovate il link alla pagina ufficiale del sito Tesla con la mappa delle postazioni di ricarica in Italia:

La mappa dei Supercharger in Italia.

Inoltre, ci si può affidare all’app ufficiale di Tesla per sapere dove poter ricaricare l’automobile. Si trova l’app su Play Store e su App Store a questi link. Ora non ci sono davvero più scuse per acquistare davvero la prima automobile con Tesla.

♥ Continua a seguirci su Telegram, Google News, YouTube, TikTok, FlipboardTwitter o Instagram. Facci sapere le tue opinioni ed esperienze commentando i nostri articoli◊.

 

 

L’articolo La mappa delle colonnine Supercharger Tesla proviene da WhatsTech.

Leggi di più
Le app per rendere unico il tuo smartphone

Le app per rendere unico il tuo smartphone

Ecco le app che rendono davvero utile il tuo smartphone

Quando si acquista uno smartphone nuovo, sia uno Android o iOS, ci sono già molte app installate di default. Però, per poter gestire al meglio le potenzialità dei vari dispositivi, sia per lavoro sia per il tempo libero, possiamo scegliere di installare altre app che permettono di rendere unico il nostro smartphone o tablet. Abbiamo analizzato varie proposte e le abbiamo suddivise per categoria.

Le applicazioni che devi assolutamente avere

Utilità

Iniziamo subito con un pezzo da novanta. Si tratta dell’app Microsoft To Do. Gratuita per Android e per iOS, è la versione migliorata di Wonderlist ed è utile per chi deve segnarsi impegni e cose da ricordare. Il suo vantaggio è che è sicuramente più pratica di Calendario e di Promemoria che troviamo su Google e su Apple. Ecco i link per scaricarla da Play Store e da App Store.

La schermata di Microsoft To Do

Invece, per chi ha a che fare spesso con documenti in formato PDF, proponiamo due valide alternative. In primis, Acrobat Reader, ideata dall’azienda che ha inventato i PDF, non ha bisogno di presentazioni. Chi ha iOS può optare per PDF Expert7 di Readdle, disponibile sia gratuita sia in versione premium a 7,99€, basta andare a questo link per scaricarla.

Un’app davvero utile è Yoink, purtroppo disponibile solo per iOS. Anche se è a pagamento, 6,99€ una tantum, li vale tutti, perchè permette di trascinare qualunque file al suo interno, dalle immagini agli indirizzi web e di poterli spostare da un’app ad un’altra facendo un semplicissimo drag and drop. Dà il meglio di sé su un iPad, visto che su iPhone non è possibile trascinare un file. Può essere scaricata da questo link ufficiale.

Invece, chi ha decine di password da memorizzare può affidarsi ad un’app denominata Dashlane che è disponibile sia per Android sia per iOS. Nella versione gratuita permette di memorizzare fino a 50 password, però permette di memorizzare anche i dati delle carte di credito e altre cose. Inoltre, tutti i dati vengono crittografati e l’app riesce a capire quanto le nostre password sono deboli o sicure. La versione a pagamento permette la sincronizzazione tra dispositivi, la VPN integrata e il Dark Web Monitoring. Disponibile a questo link da cui poterla scaricare per Play Store e per App Store.

Un’app evergreen è Evernote che è un must per chi desidera prendere appunti e inserire contenuti da qualsiasi fonte. Si possono poi condividere e sincronizzare con tutti i dispositivi collegati al nostro account. La versione gratuita permette di mantenere sincronizzati solamente due dispositivi, ma ad esempio se si vogliono passare appunti dallo smartphone al tablet va più che bene la versione gratuita. Si può scaricarla per Android da questo link e da App Store da questo link.

Gli smartphone moderni hanno delle fotocamere eccezionali che permettono di scannerizzare anche i documenti. In questo senso, una app davvero buona è Scanbot. Disponibile gratuita e anche in versione premium, è pratica e veloce, oltre ad essere compatibile con alcuni dei maggiori servizi cloud per archiviare i documenti. Disponibile per Android e per smartphone iOS.

Infine, per il lavoro come non avere la suite iWork di Apple (Pages, Numbers e Keynote). Però, se si ha la necessità di condividere file con dispositivi diversi da iOS ecco le corrispettive di Google, ovvero Google Docs, Fogli (Sheets) e Slides che sono disponibili per entrambi i sistemi operativi.

Servizi

Ora passiamo a quel settore che ha reso floridi i bilanci delle varie aziende tecnologiche, cioè l’archiviazione dei dati. Premesso che ogni azienda ha sviluppato il suo, consideriamo migliore quello di Google, ovvero Google Drive, perchè garantisce ben 15 GB di spazio gratuitamente, contro i 5 GB di Apple. Certo, chi ha un iPhone può scegliere di mantenere entrambi. Google Drive è disponibile per Android da Play Store e per iOS da App Store.

Chi è spesso in viaggio per lavoro o, comunque, fuori casa ha bisogno di collegarsi agli hotspot Wi-Fi pubblici che forniscono una connessione dati. Per garantire una privacy adeguata, è meglio affidarsi ad un servizio VPN che ci protegge da eventuali hacker. Il servizio che ci aiuta in questo caso è l’app denominata ExpressVPN che unisce la privacy alla sicurezza  e offre uno dei servizi di server maggiore al mondo (più di 2.000 server distribuiti su 148 sedi in 94 paesi diversi). ExpressVPN è un servizio che è a pagamento, costa 12,95€ al mese e si limita al massimo a tre connessioni alla volta.  Però, se si sceglie l’abbonamento annuale, il costo scende considerevolmente. Scarica ExpressVPN da Play Store e da App Store.

Passiamo poi alla musica. Se non si vuole intasare la memoria del proprio smartphone, è bene affidarsi a servizi di streaming che consentono di ascoltare migliaia di brani. Le maggiori aziende hanno sviluppato servizi analoghi, ma la sfida se la contendono Apple Music, Google Play Music, Amazon Music e Spotify. In linea generale, è bene scegliere il servizio in base al tipo di dispositivo che si utilizza e al costo mensile. Per quanto riguarda il menù e la gestione dei brani, attualmente il servizio migliore è Spotify, mentre quello più indietro è Apple Music.

Scarica Apple Music da App Store e da Play Store;
Download Google Play Music da Play Store e da App Store;
Scarica Amazon Music da Play Store e da App Store;
Download Spotify da Play Store e da App Store;

Infine, per quanto riguarda lo streaming video, la scelta è tra Amazon Prime Video, Apple TV+ e Netflix. Qui, la migliore è ancora Netflix, anche se la neonata Apple TV+ sta crescendo di qualità mese dopo mese. Ad oggi Apple non ha rilasciato l’app di Apple TV+ per dispositivi Android. Netflix propone un catalogo enorme, con vari tipi di abbonamento mensile, anche con la possibilità di condividere l’abbonamento su più dispositivi, comodo per le famiglie.

Scarica Amazon Prime Video da Play Store e da App Store;
Apple TV+ da App Store;
Scarica Netflix da Play Store e da App Store;

Terminiamo questa guida pensando agli ebook. anche in questo caso le scelte sono molteplici, però preferiamo affidarci direttamente al servizio Amazon Kindle, vuoi per la qualità del servizio, vuoi per lo smisurato catalogo di libri. Oltre al fatto che si tratta dell’unico servizio che propone un abbonamento mensile denominato Kindle Unlimited.

Scarica Amazon Kindle da Play Store;
Scarica Amazon Kindle da App Store;

Per non perdere i nostri articoli puoi seguirci sul canale Telegram o su Google News. Non esitare a condividere le tue opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

L’articolo Le app per rendere unico il tuo smartphone proviene da WhatsTech.

Leggi di più
Telegram: come riprodurre video YouTube in background

Telegram: come riprodurre video YouTube in background

Scopri come vedere video da YouTube a schermo spento con Telegram

Che Telegram sia una spanna sopra a WhatsApp ormai è cosa nota. Per vari motivi. Ad esempio, l’applicazione di origine russa non soffre di continui blackout come WhatsApp. Inoltre, non ha limiti alle dimensioni di file che si possono inviare, mentre WhatsApp purtroppo sì. E oggi ti spiego come poter vedere video di YouTube in background su Telegram.

Guarda video YouTube in background

Fatta questa premessa, Telegram nasconde anche un modo per poter ascoltare e vedere video di YouTube in modalità background o anche a schermo spento. Vediamo insieme dove trovare e come utilizzare questa funzione nascosta.

In sostanza,Telegram permette di riprodurre video da YouTube direttamente in chat, senza bisogno di passare per l’applicazione stessa. Però, la chicca ancora più interessante, è il fatto che è anche possibile continuare la riproduzione dei video uscendo completamente dall’applicazione.

Come fare? Innanzitutto, bisogna inviare il video che ti interessa a un tuo contatto. Funziona anche se lo invii a te stesso. Per fare questo puoi condividere il video dal web, oppure dall’applicazione YouTube. Oppure, meglio ancora, puoi anche cercarlo su Telegram tramite il bot @youtube.

Una volta che sei arrivato alla schermata dell’anteprima del video, ti basterà cliccarci sopra e il video inizierà la riproduzione. Infine, basta cliccare sul tasto posto in alto a destra. A questo punto puoi tranquillamente uscire dall’applicazione di messaggistica senza perdere la riproduzione del video. Infatti, la riproduzione continuerà anche a schermo spento.

A questo punto, puoi scegliere se mettere in pausa la riproduzione, ingrandire, rimpicciolire o spostare il video a tuo piacimento. E il gioco è fatto. E tutto grazie ad una semplicissima finestra flottante. La comodità può tornare utile soprattutto per chi è abituato ad ascoltare video musicali, ad esempio.

Da tempo io consiglio di abbandonare WhatsApp in favore di Telegram per le molteplici funzionalità che l’app ha in più rispetto all’omologa americana. Ma se non ti interessano funzioni innovative, dovresti passare a Telegram già solo per il fatto che salva tutti i dati legati all’account di ogni utente in cloud. Invece, WhatsApp li salva in locale, motivo per cui se passi da un dispositivo Android a iOS (o viceversa) perdi tutte le tue chat di WhatsApp, ma non di Telegram.

♥ Continua a seguirci su Telegram, Google News, YouTube, TikTok, FlipboardTwitter. Facci sapere le tue opinioni ed esperienze commentando i nostri articoli◊.

Fonte 

L’articolo Telegram: come riprodurre video YouTube in background proviene da WhatsTech.

Leggi di più
Google: come eliminare un account

Google: come eliminare un account

Può capitare che una persona voglia disfarsi del proprio account Google per svariati motivi. Scopriamo come fare.

Che tu sia un utente di Android o meno, potresti avere attivato tempo fa un account Google che, poi, non hai più utilizzato. Puoi tenerlo fermo o puoi anche scegliere di chiuderlo definitivamente. Attraverso questa guida vediamo un modo semplice e veloce con il quale eliminare un account di Google.

La sola cosa di cui ci sarà bisogno sono i propri dati, cioè username e password e qualche minuto di sana pazienza. Per fare l’operazione, bisogna seguire i semplici passaggi elencati di seguito.

Passaggi per eliminare un account Google

Se vuoi eliminare il tuo account Google, segui i passaggi indicati qui sotto.

Apri il tuo browser e accedi al tuo account Gmail che hai deciso di eliminare;
Quindi clicca sull’icona in alto a destra per accedere al pannello dei tuoi dati;
Clicca su “Account personale” per essere reindirizzato alla pagina relativa al tuo account;
Ora vedi nella parte destra un tab sulle “Preferenze account”: qui clicca su “Elimina il tuo account o i tuoi servizi”;
Arriverai alla pagina “Elimina il tuo account o i tuoi servizi”;
Adesso basta cliccare su “Elimina account Google e dati”;
Devi inserire i tuoi username e password. Fatto, basta cliccare su “Avanti”;
Nel giro di qualche minuto riceverai una e-mail di conferma del processo di eliminazione dell’account con un link;
Infine, basta cliccare sul link ricevuto per eliminare il tuo account.

Come ripristinare l’account

Può anche succedere che, dopo aver eliminato l’account, per qualche motivo ci ripensi. Niente paura. Basta andare alla pagina dedicata al ripristino degli account Google. Qui bisogna inserire l’indirizzo e-mail che vuoi ripristinare. Fatto questo, riceverai o via email o con un banner istantaneo il ripristino dell’account.

Ad ogni modo, per avere ulteriori informazioni si può fare affidamento anche sulla pagina che l’azienda stessa ha dedicato a questa richiesta, raggiungibile a questo link ufficiale.

♥ Continua a seguirci su Telegram, Google News, YouTube, TikTok, FlipboardTwitter o Instagram. Facci sapere le tue opinioni ed esperienze commentando i nostri articoli◊.

 

 

L’articolo Google: come eliminare un account proviene da WhatsTech.

Leggi di più
Le migliori cover per Apple Watch in offerta su Amazon

Le migliori cover per Apple Watch in offerta su Amazon

Ecco le migliori cover protettive selezionate per voi per il vostro smartwatch

Esistono moltissimi accessori più o meno utili che si abbinano ad un Apple Watch. Per la verità ne trovate sullo store ufficiale, ma a prezzi a volte imbarazzanti. Comunque, se lo avete appena acquistato, la prima cosa che non può mancare è una cover protettiva. Abbiamo selezionato le cover più vendute su Amazon. Compatibili con le varie serie dello smartwatch della mela, per tutte le tasche e per tutti i gusti. Ma dopo questa premessa, andiamo a vederle una per una.

Le migliori cover protettive per Apple Watch

Cover PEMOTech 42mm Custodia Protettiva Trasparente Ultrasottile per Apple Watch Series 1 / Series 2 / Series 3 (42mm) a 8,98 EUR;

Custodia Apple Watch 3/2/1 42mm Nero a 8,99 EUR;

Custodia iVoler Custodia Protettiva Trasparente Ultrasottile per 42mm Series 2 2016 / Series 3 a 6,49 EUR;

Pinhen Custodia HOCO Plated Metal Bumper Protettivo Case Cover Custodia per Watch Series 2 (nero, 42MM) a 8,99 EUR;

Cover PEMOTech 38mm Custodia Protettiva Trasparente Ultrasottile di Gel In Silicone TPU 0,3 mm Case per Apple Watch Series 2 / Series 3 (38mm) a 8,98 EUR;

Cover PEMOTech 42mm Custodia Protettiva Trasparente Ultrasottile Di Gel In Silicone TPU 0,3 mm Cover per Apple Watch Series 1 / Series 2 / Series 3 (42mm) a 8,98 EUR;

Questa è una nostra selezione personalissima, abbiamo messo qui quelle che riteniamo migliori per rapporto qualità/prezzo, ma nulla vieta di trovarne altre. Anche perchè su Amazon ce ne sono davvero tantissime, per tutte le tasche e per tutti i gusti.

A questo punto siamo sicuri che avrete trovato la cover che fa per voi, dopo questa ampia carrellata di modelli in commercio. In caso contrario, non resta che cliccare sul link qui sopra ed entrare sullo store di Amazon per cercare quello che fa al caso vostro.

♥ Continua a seguirci su Telegram, Google News, YouTube, TikTok, FlipboardTwitter o Instagram. Facci sapere le tue opinioni ed esperienze commentando i nostri articoli◊.

 

L’articolo Le migliori cover per Apple Watch in offerta su Amazon proviene da WhatsTech.

Leggi di più
Come recuperare lo smartphone dalla sabbia

Come recuperare lo smartphone dalla sabbia

Se in spiaggia il tuo smartphone cade nella sabbia, questa guida ti spiega cosa fare per non doverlo buttare via

Ormai lo smartphone è diventato un compagno per tutte le persone, per vedere le notizie, per chattare nei social network eccetera. E lo portiamo ovunque, specie in estate quando si va al mare. Purtroppo, può succedere che l’amato smartphone cada in mezzo alla sabbia, se non peggio. E la sabbia è un elemento davvero pericoloso, perché entra attraverso i connettori del telefono creando danni, spesso, irreparabili. Vediamo alcune istruzioni per cercare di recuperarlo con il minor danno possibile, sia per il vetro che per la scocca.

Come recuperare lo smartphone dalla sabbia

La prima cosa da fare subito è quella di spegnere lo smartphone. In modo da evitare che la sabbia faccia più danni col telefono acceso che spento. Questo passaggio è fondamentale e prima viene fatto meglio è.

La seconda cosa è scollegare il dispositivo da qualunque fonte di alimentazione, ad esempio se è collegato ad una power bank, oppure a cuffie e auricolari.

La terza mossa consiste nell’utilizzare un panno morbido che non abbia pelucchi o fili. Se non hai qualcosa di simile, va benissimo anche il panno morbido che si trova nelle confezioni di occhiali. Di solito, in casa ce n’è almeno una a disposizione, magari in fondo a qualche cassetto.

Adesso prendi questo panno/salviettina e bagnalo leggermente, rendendolo umido. Però, fai attenzione a non bagnarlo troppo sotto il rubinetto, perchè l’umidità eccessiva creerebbe altri danni allo smartphone.

Fatto questo, bisogna passare il panno su tutta la superficie e sui connettori in basso. Questo dovrebbe bastare a salvare il tuo telefono.

Se è caduto in acqua o nel mare

Nel caso in cui sia caduto in acqua c’è un’altra cosa da fare. Può sembrare il rimedio della nonna, ma funziona davvero.

Ecco che bisogna seguire questo metodo: spegni lo smartphone. Prendi un sacchetto, riempilo di riso e mettilo dentro lo smartphone. Tienilo lì, con il sacchetto chiuso per almeno tre giorni, non accorciare questa tempistica. Infatti, il riso toglierà l’umidità dal telefono. Posso confermare che a me è servita questa procedura per salvarlo dall’acqua che era entrata.

Cosa non fare assolutamente

Leggi molto attentamente le indicazioni qui sotto, se fai di testa tua potresti rovinare per sempre lo smartphone.

• Che non ti venga in mente di provare ad utilizzare un qualunque detergente o detersivo.

• Evita anche l’aria compressa, se dovesse venirti in mente di spararla nei connettori per eliminare i granelli di sabbia. Ti farebbe buttare via il microfono e i connettori stessi perché spinge ancora più all’interno i granelli di sabbia e la polvere.

• Non utilizzare nulla di diverso dal panno umido con acqua. Questo perché gli smartphone hanno il display rivestito da un rivestimento idrorepellente che forma uno strato protettivo. Utilizzando qualche sostanza abrasiva contenuta in un prodotto per la pulizia, la pellicola potrebbe consumarsi più velocemente di quanto la normale usura del tempo lo preveda. O potrebbe graffiarsi.

♥ Continua a seguirci su Telegram, Google News, YouTube, TikTok, FlipboardTwitter o Instagram. Facci sapere le tue opinioni ed esperienze commentando i nostri articoli◊.

L’articolo Come recuperare lo smartphone dalla sabbia proviene da WhatsTech.

Leggi di più
9 App per iOS e Android che ti semplificheranno la giornata

9 App per iOS e Android che ti semplificheranno la giornata

Ormai con lo smartphone facciamo qualunque cosa. Tenuti costantemente in tasca o in mano, spesso ci aiutano in molte operazioni quotidiane

In fondo, potremmo restare senza smartphone? Probabilmente no, al massimo possiamo provare a limitare il suo utilizzo, per la nostra salute. Che si tratti di Android o iOS poco importa, perchè alla fine ci aiuta a semplificare molte operazioni ogni giorno grazie alle app. E proprio di app iOS e Android parliamo oggi.

Oltretutto, il numero di applicazioni che arrivano su App Store e Play Store cresce anno dopo anno. Solo nel 2020 sono stati registrati ben 218 miliardi di download di app, secondo TechCrunch. Molte applicazioni offrono strumenti innovativi per tenere traccia dei viaggi, prendere appunti e controllare il tempo e per tanto altro. Se vuoi migliorare le tue abitudini, queste sono le app che dovresti avere nel tuo dispositivo.

App iOS e Android che dovresti avere sullo smartphone

1. Waze

Anche se Mappe di iPhone e Google Maps di Android fanno un ottimo lavoro, appartiene a Google anche Waze che è l”app del software di navigazione GPS di Google. Ha il vantaggio di rendere i viaggi più comodi con indicazioni stradali, una mappa del traffico in tempo reale e avvisi stradali. E’ disponibile in oltre 50 lingue e gratuita per Android e iOS.

2. Paypal

Non può mancare questa applicazione che, nel tempo, è diventata davvero indispensabile e che conta più di 52 milioni di utenti. È ottima per inviare e ricevere denaro, per pagare servizi e le spese condivise o inviare regali agli amici. disponibile per Android e iOS.

3. Coinbase

Se vuoi entrare nel mondo di Bitcoin e criptovalute, magari con somme di denaro modeste, non può mancare il wallet per eccellenza che semplifica la vita anche al più inesperto. Provare per credere. Disponibile per Android e iOS.

4. VSCO

Chiunque con il proprio smartphone si cimenta a fare fotografie e video, ma spesso i risultati sono alquanto imbarazzanti. Questa app offre strumenti creativi per l’editing di foto e video con tantissimi filtri ed effetti. Inoltre, VSCO incoraggia gli utenti a condividere le loro creazioni su Instagram come fonte di ispirazione per gli altri utenti. Per Android e iOS.

5. Calm

Ti senti stressato? Quando vedi un gatto avresti voglia di lanciarlo? Forse è il caso di provare Calm, app che offre meditazioni guidate e suggerimenti da personalità famose che l’hanno provata. L’app ha vinto premi nel 2017 quando è stata nominata App dell’anno e nel 2018. C’è anche la versione Premium da 36€. Per Android e iOS.

6. BeMyEye

App che mi piace molto da anni e che permette di eseguire micro-job per guadagnare qualche euro in negozi, centri commerciali ecc. Comoda anche per camminare con uno scopo, io la utilizzo da anni ogni estate, perchè con la scusa di andare in quel negozio o centro commerciale per svolgere una missione mi permette di camminare. Provala, non te ne pentirai. Per Android e iOS.

7. App Google Traduttore

Se hai necessità di tradurre al volo un cartello, una frase scritta su un giornale eccetera non puoi non provare Google Translate. E’ un servizio gratuito che traduce istantaneamente i testi in oltre 100 altre lingue. Dopo molti miglioramenti, ora è in grado di tradurre immagini, audio e intere pagine web. Per Android e iOS.

8. Yummly

Sei senza idee per la cena? Questa app di ricette sceglie un piatto in base ai tuoi gusti e al contenuto del tuo frigorifero. Ben fatta e gratuita. Per iOS e Android.

9. Flipboard

Flipboard è un must che non può davvero mancare. Cerca notizie e informazioni in base ai tuoi interessi: affari, salute, tecnologia, squadre sportive, cucina e viaggi. I lettori possono rimanere in contatto con le notizie locali e nazionali. Qualunque storia susciti il tuo interesse può essere aggiunta al tuo Flipboard Magazine, che può essere condiviso tra gli amici. Ci siamo anche noi di WhatsTech su Flipboard, aggiungi al blog alle tue letture. Per Android e iOS.

Bonus app iOS e Android

Sweatcoin

App che fa una cosa molto semplice: conta i tuoi passi e ti ricompensa. La ricompensa avviene con moneta virtuale Sweatcoin che puoi spendere per acquistare accessori nello store o fare beneficenza. La puoi scaricare da questa pagina.

Crypto.com

No dai, non mi dire che non ce l’hai! App imperdibile per acquistare e vendere criptovalute che ti permette di avere anche la carta di credito fisica di metallo (bellissima) se tieni bloccati per 3 mesi 300€ di CRO (criptovaluta di Crypto.com). Inoltre, permette di avere Spotify Premium gratuito ogni mese. Se passi alle carte di credito più alte hai anche Netflix gratuito ogni mese e altre cose interessanti. Se la scarichi non la lascerai più! La trovi a questa pagina.

Continua a seguirci su Telegram, Google News, YouTube, TikTok, FlipboardTwitter o Instagram. Facci sapere le tue opinioni ed esperienze commentando i nostri articoli◊.

L’articolo 9 App per iOS e Android che ti semplificheranno la giornata proviene da WhatsTech.

Leggi di più
X
×

Per avviare la chat con un Consulente ti basta selezionarlo nella lista oppure inviaci una e-mail alla casella

info@em-easymobile.it

× Inizia una chat